ANNA CASARA
Protezione della pelle sensibile e riduzione rossore e couperose
Trattamenti e Consulenze Rossore & Couperose

Irritazione della pelle: come prendersene cura? Cause e Rimedi.

irritazione della pelle

In questo articolo parliamo di :

L’irritazione della pelle è una condizione molto diffusa che interessa uomini e donne e si può manifestare fin dai primi giorni di vita per arrivare anche all’età avanzata. La pelle irritata può essere sia quella del viso sia del corpo ed è bene conoscere le cause per intervenire subito e ridurre eventuali fastidi causati da questa problematica.

Cause dell’irritazione della pelle

Se si ha la pelle irritata, quindi con arrossamento, zone molto secche e disidratate ed eventuali eruzioni cutanee, è bene subito contattare il dermatologo per capire quali possono essere le cause di questa problematica, soprattutto se si è in presenza di eruzioni cutanee che possono comparire sul viso o sul corpo.

È bene distinguere tra una normale pelle secca e un’irritazione della pelle perché questa condizione più seria potrebbe essere un sintomo di alcune malattie come la rosacea, la dermatite, la psoriasi o l’acne. 

Solitamente, l’irritazione della pelle, attraversa due fasi, una acuta durante la quale possono comparire macchie rosse sul viso ed eruzioni cutanee, e quella inattiva dopo prevale la condizione di secchezza della cute.

Una pelle irritata è anche una pelle molto secca che, quindi, molto spesso provoca una spiacevole sensazione e prurito. Questo si verifica quando lo strato superiore dell’epidermide perde la barriera protettiva, e oltre all’irritazione, possono comparire rossore, tagli o lesioni anche gravi. Soprattutto se la pelle è sensibile e viene esposta ad agenti esterni, detergenti aggressivi o in situazioni di stress, l’irritazione potrebbe peggiorare.

L’età è un altro fattore che è legato all’irritazione pelle: soprattutto durante l’infanzia e la vecchiaia la pelle è più esposta a sensibilità, secchezza e disidratazione cutanea. Oppure, alcuni squilibri ormonali, come la gravidanza e la menopausa, o l’assunzione di contraccettivi orali possono influire sulla funzione protettiva dell’epidermide.

A volte, l’irritazione della pelle può essere causata anche da allergie o intolleranze alimentari non ancora diagnosticate.

Infine, è possibile che la pelle risulti irritata o arrossata a causa di problematiche quali la couperose oppure in caso di malattia della pelle rosacea (se non sai quali sono i problemi che affliggono la tua pelle puoi scegliere di richiedere una consulenza esperta anche online con suggerimenti utili per rendere la tua pelle idratata e luminosa e libera da rossori e irritazioni!).

Eruzioni cutanee: i rimedi per curarle

Eruzioni cutanee cause? L’irritazione della pelle può manifestarsi su varie parti del corpo e provocare la comparsa di macchie rosse sul viso, dove la cute è più sottile e sensibile, oltre che eruzioni diffuse anche sul addome, braccia e gambe. A volte, infatti, sul corpo anche lo sfregamento della pelle con i tessuti, soprattutto se sintetici, possono causare un’irritazione. 

In linea generale, per limitare l’irritazione della pelle del viso è bene utilizzare quotidianamente una crema idratante e lenitiva, oltre a idratare correttamente il corpo dall’interno bevendo almeno 2 litri d’acqua e condurre uno stile di vita sano che preveda una dieta varia ricca di vitamine e sali minerali.

Se la pelle del viso è secca e irritata e si presentano macchie rosse sul viso è bene scegliere prodotti cosmetici e detergenti che siano privi di alcool e altre sostanze che possono peggiorare l’irritazione.

Per lenire l’irritazione della pelle del corpo, invece, oltre ad applicare una crema ad-hoc, è bene seguire alcune indicazioni. Bisogna sempre curare la pelle sia nel periodo invernale e autunnale, sia durante i periodi estivi e l’attività fisica, in quanto in questo caso è bene prestare attenzione perché il sudore potrebbe peggiorare l’irritazione della pelle.

Se si soffre d’irritazioni della pelle e si presentano eruzioni cutanee è meglio scegliere la doccia, con acqua tiepida piuttosto che il bagno. Se proprio ci si vuole immergere nella vasca da bagno, meglio mantenere la temperatura dell’acqua a meno di 37 °C e non far durare il bagno oltre 10 minuti.

Articoli del Blog

Couperose in gravidanza: cosa fare in caso di arrossamenti e capillari visibili

La gravidanza è un momento molto emozionante per la donna ma, come tutti i percorsi …

Leggi tutto

Couperose nei bambini: quando si verifica e cosa fare

La couperose, o rosacea, è una condizione della pelle che colpisce gli adulti di tutte …

Leggi tutto

Ringiovanimento viso: trattamenti a casa per un volto senza rughe

Tutte le donne desiderano un incarnato luminoso e giovanile. Ma con tutti i prodotti e …

Leggi tutto

Contorno occhi disidratato: come rimediare a secchezze e screpolature

Il tuo contorno occhi appare opaco e secco? Hai notato la comparsa di rughe sottili …

Leggi tutto