ANNA CASARA
Protezione della pelle sensibile e riduzione rossore e couperose
Trattamenti e Consulenze Rossore & Couperose

L’importanza della componente ereditaria della rosacea

rosacea

In questo articolo parliamo di :

La rosacea è una malattia della pelle che coinvolge soprattutto il viso e, in casi particolari, anche il cuoio capelluto. Di rosacea soffrono soprattutto le donne di carnagione molto chiara, al di sopra dei 30 anni. La rosacea, chiamata anche “maledizione dei Celti”, raramente si presenta nei bambini.

Purtroppo, è una patologia della cute un po’ sottostimata: non viene diagnosticata oppure viene individuata in ritardo. Eppure, la diagnosi precoce ti aiuta a gestirla meglio, in particolar modo quando è ereditaria.

Cos’è la rosacea

La rosacea è una malattia della pelle che porta con sé un insieme di sintomi e relativi fastidi. Si tratta per lo più di:

  • arrossamento e vasi sanguigni dilatati;
  • ispessimento e secchezza della pelle;
  • edema;
  • blefarite e fotofobia.

In altre parole, la rosacea si manifesta sul volto, che appare arrossato, infiammato, qualche volta gonfio. Nei casi più gravi, il disturbo coinvolge anche il cuoio capelluto o addirittura gli occhi, che così risultano irritati e più sensibili alla luce.

L’insieme di questi sintomi viene spesso percepito come un grave problema estetico. Proprio perché la rosacea riguarda il viso, chi ne soffre prova vergogna per la propria condizione, né più né meno di chi soffre dell’acne. Inoltre, la rosacea è una malattia cronica, che si acuisce o si allevia a seconda dei momenti della vita oppure del periodo che si vive, ma è una costante fonte di imbarazzo.

Per questo, essa incide sulla qualità della vita delle persone: mina l’autostima, causa ansia e depressione, rende più complicate le interazioni sociali.

Esiste per la rosacea un rimedio definitivo? Più che altro, esiste un insieme di buone abitudini, le quali contribuiscono a tenerla sotto controllo. Infatti, la rosacea è considerata una malattia multifattoriale.

In altre parole, su di essa incidono cause genetiche e fattori ambientali. In parte, gli elementi ambientali possono essere controllati. La componente genetica o ereditaria non è gestibile allo stesso modo ed è proprio per questo che una diagnosi precoce della rosacea è fondamentale per intervenire con terapie mirate.

La rosacea ereditaria

Le cause ambientali della rosacea riguardano gli sbalzi termici, l’esposizione ai raggi solari, il tipo di dieta seguito, la qualità dei prodotti cosmetici utilizzati. Come dicevamo, l’adozione di abitudini più sane impedisce ai fattori esterni di peggiorare la situazione. Per contro, la rosacea ereditaria è estremamente diffusa.

Le cause genetiche, come disturbi del microcircolo sanguigno e/o del sistema immunitario, determinano l’insorgenza della malattia con una probabilità del 46%. Studi recenti hanno evidenziato che nel 69% circa dei casi, la rosacea è ereditaria e si trasmette lungo l’asse materno, il più delle volte. Basterebbe anche solo risalire alla storia familiare, per capire se la malattia è stata solo trasmessa di generazione in generazione.

Ecco perché la diagnosi tempestiva è utile per cogliere la rosacea a partire dalle prime manifestazioni, le più lievi e più controllabili. In questo caso, puoi subito ricorrere a una terapia topica per la rosacea, per alleviare i fastidi e gli inestetismi più comuni.

Tra questi, anche i brufoli da acne rosacea. Infatti, la predisposizione genetica determina una risposta anomala della pelle alla presenza naturale dei germi della cute. La predisposizione alla debolezza capillare esaspera i fenomeni del rossore e della sensazione di calore tipici della malattia.

In sintesi, cosa fare quando la rosacea ha una chiara componente ereditaria? La prima cosa da fare è consultare un dermatologo che possa diagnosticare la malattia. In secondo luogo, inizia fin da subito ad adottare delle sane abitudini: evita di consumare alcolici e il fumo, fai attenzione agli sbalzi di temperatura, non bere bevande eccitanti e non mangiare i cibi piccanti.

Inoltre, cura la pelle con costanza e utilizzando solo prodotti che la rispettano e non la aggrediscono. Per finire, non causarti ulteriore stress emotivo: rilassati, la tua pelle ti ringrazierà.

Articoli del Blog

Rosacea oculare, cos’è? Sintomi, cause e trattamenti

La rosacea oculare è un disturbo della pelle legato alla rosacea, patologia cronica che colpisce la zona …

Leggi tutto

Palpebre secche e arrossate: cause e rimedi

Palpebre secche, screpolate e arrossate con sensazione di prurito, fastidio e bruciore: sono questi i sintomi …

Leggi tutto

Macchie post brufoli: come eliminarle con il peeling viso

Le macchie post brufoli sono un problema molto comune, soprattutto, di chi in adolescenza ha avuto a …

Leggi tutto

La migliore skincare autunnale

La skincare autunnale è differente dalla routine estiva, perché serve per far riprendere la pelle …

Leggi tutto